martedì 11 settembre 2012

Rosy Bindi a Daniele Viotti: Tu sei uguale ad un eterosessuale? Daniele Viotti: Di fronte alla legge sì


Daniele Viotti continua a fare con deliziosa pervicacia la sua opera di responsabilizzazione dall'interno dei dirigenti PD sula questione matrimonio egualitario.

Dopo Bersani tocca a Rosy Bindi che si lascia scappare, a un certo punto, un infelice paragone
Un malato non è pari a un sano, dice.

Dunque il vero quid non è solamente la non estensione del matrimonio eterosessuale anche alle coppie dello stesso sesso, ma, come si temeva, la preoccupazione del Pd è di non legittimare l'omosessualità tout-court, che viene vista come una accidente che per democrazia e civiltà (ah che belli tempi degli Spartani o della romana Rupe Tarpea) non si può più cancellare ma umanamente tollerare...

Se è spirito democratico questo...

Grazie Daniele !!!


10 commenti:

Anonimo ha detto...

Lei ci vuole bene,
certo dopo aver freudianamente associato gli omosessuali ai malati e gli etero ai sani, è chiaro che da cattolica ci vuole bene.
Ama i malati, è attenta alle sofferenze, e vuole mantenere 'le differenze'.
Il delirio che gli omosessuali non siano uguali agli etero davanti alla legge è semplicemente incredibile.
Non so ancora se stigmatizzare più lei o le persone lgbt che continuano a militare in quella carcassa putrefatta che è il PD.
Gendibal
grazie Alessandro per aver pubblicato
io credo che questo sia un 'documento' eccezionale.

Antares ha detto...

Non so, è che a guardare la Bindi mi viene da pensare: ma tu, tesora, che problemi hai?
E' ovvio che siamo meglio di te, non andiamo in giro a fare la morale!
Ok, scherzi a parte, sono di nuovo allibita da queste frasi, esempio di non civiltà.
Ah, tanto per stare in tema, io e la mia compagna ci sposeremo verso la fine dell'anno! (ok, è il Lud ma per noi vale come un matrimonio)

Melinda Santilli ha detto...

Ma la Bindi gira domande che dovrebbe rivolgere a se stessa al povero Daniele. Noi malati? Perchè il suo bigottismo, i suoi preconcetti, la sua politica omofoba come le definiamo, sane?
Sinceramente mi cadono le braccia, pensando che c'è tanta gente che la pensa come la Bindi... Ma quando la capiranno che non siamo appestati ma persone come tutti? Oh insomma, sapere con chi si va a letto è così importante?

Alessandro Paesano ha detto...

Scusa Melinda ma credo che quel che dia fastidio a Bindi (senza l'articolo che è così maschilista...) non sia affatto quel che facciamo a letto ma quel che facciamo fuori dal letto, la visibilità affettiva, sociale, pubblica ogni volta che non ci nascondiamo e che, semplicemente, viviamo alla luce del sole.

D'altronde siamo omosessuali perchè amiamo persone dello stesso sesso non solo perchè ci scopiamo...

Alessandro Paesano ha detto...

Guarda Gendibal ci vuole fegato a stare dentro il PD, ne convengo. Ma sarebbe peggio se questi compagni e compagne lgb non stessero dentro il PD credo dobbiamo loro tutto il nostro rispetto e il nsotro sostegno...

Alessandro Paesano ha detto...

Antares, perdona la mia ignoranza ma cos'è il Lud?

Daniele Viotti ha detto...

E poi, già che c'ero, ho intercettato anche D'Alema :-)
http://www.vorreimanonposso.org/dalema-e-quelli-del-caffe/

Patalice ha detto...

meno male che la sinistra è chi rappresenta tutti...
e la libertà che va propinando? mah...

Anonimo ha detto...

Alessandro Paesano,
rispetto le scelte di lgbt che militano nel PD certo, ma non le sostengo per niente. Fa anche una certa impressione cogliere come tu sia radicale in molte tue argomentazioni e completamente indulgente riguardo questo tema specifico della militanza. Credo anche che nonostante il valore di queste persone (fuori discussione) non mi pare che siano riuscite a conquistare un granché se una come la Bindi -loro Presidente - si permette di dire quello che dice.
Gendibal

Alessandro Paesano ha detto...

Gendibal nemmeno io le sostengo...

Altrimenti non avrei scritto quel che scrivo.

Ma che vi prende a tutti? appena uno cerca di esprimere un pensiero più mediato, meno tagliato con l'accetta mi attribuite tutti di parteggiare per la parte sbagliata, che guarda caso non è quella vostra...

Io ho semplicemente detto che rispetto Daniele per il lavoro che fa da dentro il partito perchè se non lo facesse quel partito farebbe ancora più schifo.
Dov'è che sono stato indulgente?

O devo per forza pensarla come te che siccome il pd è una merda per proprietà transitiva anche Daniele lo è ?

Ma che argomentazioni politiche sono queste, quelle di un quattordicenne che tifa per la Roma?

Suvvia! Sii più adulto e mento umorale nei tuoi commenti.

Non mi pare che il valore di queste persone sia per te fuori discussione. Infatti tu hai scritto: Non so ancora se stigmatizzare più lei o le persone lgbt che continuano a militare in quella carcassa putrefatta che è il PD.

Posso pensarla in maniera diversa da te senza essere passato alle armi per lesa maestà?


P. S. "La" Bindi è termine sessista e sul mio blog non lo accetto più...

L'ho spiegato fino alla nausea continuate a farlo, allora sappiate (tu e tutt* le persone che lo fanno) che vi cancellerò i commenti sic et simplicter.