martedì 18 dicembre 2012

Pillole di Jenus? Puro razzismo e maschilismo.
Una comicità facile e che non tocca nessun punto politico "caldo".

Che la chiesa sia reazionaria è totalitaria è ancora un modo moderato di criticare l'azione politica di una organizzazione tra le più sadiche e cattive del pianeta.

Il recente messaggio del papa, quello che dice tra le altre cose che chi equipara il matrimonio alle unioni di altro tipo infligge una ferita alla pace e all'umanità, ha dimostrato la vocazione totalitarista di una religione che pretende di imporsi all'universo mondo non in base a considerazioni religiose ma in base a considerazioni razionali che devono valere per tutti.

Negli stessi giorni Ratzinger ha ricevuto Rebecca Kadaga, 56 anni, avvocato e la  prima presidente del parlamento nella storia dell’Uganda, eletta nel maggio del 2011, grande sostenitrice del cosiddetto ‘Kill The Gays’ bill una legge contro l'omosessualità presentata in parlamento nel 2009 e momentaneamente sospesa per le reazioni internazionali di sdegno. La legge è una aggravante della legge già in vigore che vieta l'omosessualità tra adulti consenzienti condannabili a un massimo di 14 anni di carcere e oltre al reato di offesa di omosessualità introduce il reato di omosessualità aggravata: atti gay commessi da genitori o figure di autorità, persone sieropositive, pedofili e chi è un recidivo. Per questo reato era prevista la pena i morte, adesso convertita in carcere a vita.
Per i reati di offesa di omosessualità le pene vengono inasprite in alcuni casi fino all'ergastolo.

Sulla rete ma anche sui giornali si è detto che Ratziger avrebbe benedetto Rebecca Kadaga. In realtà durante l'incontro non c'è stata nessuna benedizione ad personam. Nel sito del parlamento ugandese si legge che Kadaga ha ricevuto la benedizione durante la messa, una benedizione collettiva dunque fatta a tutti gli e le astanti.  

La vulgata che Benedetto XVI l'abbia benedetta è comunque passata. Così sulla rete trovo vignette come questa.


Trovo questa vignetta questa irricevibile perchè razzista e maschilista.

Le vignette dovrebbero criticare comportamenti e ideologie, enfatizzare aspetti poco evidenti o contraddittori di chi si sta sfottendo. Qui invece siamo al livello di battute da bagaglino.

Vediamola da vicino.

Invece di mostrare un papa sempre in fissa con la difesa della vita contro l'aborto e l'eutanasia, o contro le unioni gay, o contro le staminali, contro la scienza o contro tutte le cose cui la chiesa è contro (ma non la pena di morte per le persone omosessuali nei paesi che la prevedono...) o comunque mostrare il papa per quello che davvero fa, vediamo un papa affaccendato in faccende private che trascura Kadanga che aspetta giù da un'ora.

A richiamarlo al dovere Bertone il Cardinale segretario di Stato, un po', perdonate la semplificazione, il primo ministro del Vaticano.

Improbabile che il primo Ministro faccia da lacchè al papa.
Era forse meglio Georg Gaensweinil, il  segretario personale del papa, sul quale, pure, ci sono voci - irrazionali ma sulla stessa lunghezza d'onda maschilista -, che abbia una relazione con Benedetto XVI, perchè bello.

Con una cortesia degna di un boro romano il papa impartisce ordini a Pevtone.

Bertone --> Pevtone la v è più indice di una pronuncia blesa che teutonica, la f sarebbe forse stata più coerente, anche se la r è di per sè una consonante dalla pronunica forte che poteva casomai essere raddoppiata: Perrtoone o, alla sturmtrupppen, Pertonen.

Ma qui l'autore della vignetta non vuole suggerire che Benedetto XVI abbia un accento tetesco come in realtà ha, un accento così forte che sembra quasi finto, vuole insinuare che il papa sia un po' frocio e i froci, si sa, hanno tutti la r moscia.
La mia intuizione è confermata dalla vignetta successiva dove il papa sembra una vecchia checca e non un vecchio tetesco.
Il fatto che chieda a lei di fare qualcosa contro questi fvoci è una battuta volgare, perchè banale, ma ci può stare.

Come risponde Kadaga? Sberiamo garo gon al dua benedizione.

Siamo al razzismo puro quello che fa parlare i negri gon dudde le leddere sbaliate.

Non si irride di qualcosa che Kadaga ha fatto o detto si sfotte l'etnia di Kadanga, il suo essere ugandese che, di per sé, non è certo una cosa negativa.

Questo tipo di comicità (sic!) è irricevibile non solo perchè razzista ma perchè politicamente irrilevante, anzi controproducente, visto che costringe a difendere questa persona politicamente criminale in quanto persona nera (no... non politicamente nera, ma come colore della pelle).

Così come dare del froci al papa non è solo omofobico (se pensi che l'omosessualità non sia una cosa negativa non sfotti qualcuno che non è frocio insinuando che lo sia...).

E poi voilà! Al posto dell'aspersorio (che non sta certo dentro una borsa...) esce fuori un fallo di plastica viola.

Dunque Raztzinger è gay non perchè ha una relazione sessuale o sentimentale con un altro uomo ma perchè usa il dildo.

Siamo nel più classico dei pregiudizi: i froci sono quelli che lo pigliano al culo.
Come se ad usare il culo fossero solamente gli uomini gay mentre le donne, si sa, loro il culo non lo hanno.

Ciliegina sulla torta il papa minaccia Bertone dicendogli che lo inculerà.
Minaccia maschilista con la quale non si vuole denunciare certo il maschilismo del papa (se usa i falli di plastica e dunque gli piace l'analità non minaccia certo gli altri di fare loro qualcosa che trova gradevole su se stesso...).

E' il vignettista qui che parla pescando dal più becero, fascista, machista linguaggio omofobico e razzista per cercare di fa ridere non si sa bene chi.

Certo non le persone omosessuali e nemmeno le persone gay friendly o gay solidali casomai quelli che ridono per queste ridicolizzabili del frocio gli omofobi, i razzisti, persone più vicine a Mussolini che a quelli che criticano l'operato della chiesa o della presidente del parlamento ugandese per pervicace omofobia...






76 commenti:

Azmo ha detto...

Rilassati un attimo, cazzo.

Alessandro Paesano ha detto...

E' tutto quello che hai da dire?

Anonimo ha detto...

Ma se uno l'umorismo non ce l'ha nel dna che legge a fare le vignette umoristiche? E' come chiedere a un pesce di arrampicarsi su un albero.

Alessandro Paesano ha detto...

Siamo alle solite. Se leggo criticamente una forma di umorismo come maschilista ed omofoba automaticamente non ho l'umorismo nel dna...

Anonimo ha detto...

io sono una donna e sono anche gay e non mi sento offesa in alcun modo da questa vignetta! credo che tu ti debba fare un esame di coscienza!

Alessandro Paesano ha detto...

Non ti senti offesa in quanto donna? O in quanto gay?

E non ti pare che la vignetta giochi sull'offesa implicita dell'insinuare l'omosessualità maschile attraverso l'analità?

E semplicemente come persona nemmeno come persona ti senti offesa?

Anonimo ha detto...

Ahahahahahahahahhaah è la prima volta in 10 anni che mi capita di leggere il 100% dei commenti ad un post in disaccordo con il post.
Complimenti hai ufficialmente fatto una figura di merda ahahahah

Alessandro Paesano ha detto...

Ah davvero? Io la chiamo democrazia...

E poi in quanto ai commenti non è che argomentino molto eh...

Per cosa conta il disaccordo o le argomentazioni presentate mentre si dice di essere in disaccordo?

Va bene che siamo su internet ma quanto non è mica facebook dove basta dire sì o no. Mi piacerebbe leggere anche qualche perchè. Troppo difficile?

Felice di averti fatto ridere...

Anonimo ha detto...

Stai veramente male se ti incazzi per una vignetta umoristica, se sei gay dovresti incazzarti perchè la chiesa non vi riconosce e nell'antichità chi era gay veniva ucciso e alle volte anche bruciato vivo perchè nell'antichità chi era gay o lesbica che dir si voglia era considerata una persona malata e la chiesa cattolica per moltissimi decenni ha perseguitato e ucciso moltissimi gay e lesbiche ma questo nei libri di storia italiani non li troverai mai, il perchè? perchè in Italia non troverai mai una cosa del genere contro la chiesa cattolica.
E' una vignetta che fa ridere, se non riesci a ridere non è colpa di nessuno ma è tua che non ci arrivi con il cervello a capire che è una vignetta fatta per ridere. A te non è mai capitato di sentire una persona di colore che parlasse come quella della vignetta? io si e ogni volta che li vedo o li sento parlare...
C'è scritto Fvoci e non Froci, anche se voi gay odiate questa parola perchè dispreggiativa, non ti è mai capitato di sentire L'ex papa Benedetto 16esimo parlare con quel suo accento merdoso da tedesco che è dicendo le lettere in modo sbagliato e con la R moscia? Suvvia porco dio siamo nel 2013 e ancora rompete i coglioni su queste cose.

Anonimo ha detto...

Certo che rido.
E chissà, magari non sappiamo argomentare (ti piacerebbe vero?) o magari davanti a vaneggiamenti di tale portata,risulta evidente la perdita di tempo dell'argomentare a chi ha così forti carenze deduttive.

Sai, adoro chi si appella alla democrazia a caso. Credi davvero che fare appello alla democrazia migliori la tua posizione anche solo di un passo? Si, tu lo credi. Sei davvero un soggetto che può crederlo..

La democrazia comporta SOLO che tu possa DIRE quello che vuoi, ma da nessuna parte è scritto che io non sia libero di pensare che sia una cazzata colossale e di conseguenza farmi una certa idea di te.
Se non avessi questa libertà, saremmo in una dittatura in cui qualunque cosa chiunque la dica sarebbe un'idea valida e e rispettabile perchè... ehi! Siamo in democrazia!
(Ti prego dimmi che non ti devo spiegare perchè non sarebbe più una democrazia...)

Ad ogni modo dovrebbe dirti qualcosa il fatto che proprio questa pillola sia stata orgogliosamente pubblicata dal più grande sito italiano del movimento gay.. ma a quanto leggo a te non dice nulla.

Non mi rimane altro che ridere e sperare che questa non sia la stessa logica con cui scegli per chi votare perchè all'idea mi prende malissimo..

Alessandro Paesano ha detto...

Noi gay?

Sei proprio razzista...

Con la democrazia io mi riferivo al diritto di dissentire di chi commenta, non al mio di ritto di esprimere una opinione.

Ma essere in democrazia non vuol dire affatto avere il diritto di dire tutto quello che si pensa. Se uno, per esempio, dice che i neri sono inferiori ai banchi va in galera anche in Italia...

Per il resto purtroppo ci sono stati del mondo in cui gli e le omosessuali vengono ancora oggi uccisi e uccise.

Il tipo di comicità che a te fa ridere io la trovo maschilista e omofobica perchè dà una immagine dell'omosessualità sbagliata e sessuofobica (l'analità non è di esclusivo appannaggio degli uomini gay)

Non critico l'uso della parola frocio critico tutto il resto che ho scritto nel post.

Il problema non è che non mi fa ridere è che trovo questa comicità discriminatoria e razzista.

Vedi quel che rende l'ex papa merdoso non è certo il suo accento di tedesco (ma che considerazione è?) ma le porcate che dice contro le donne e contro le persone omosessuali.

Nessuno nero o nera parlano con quell'accento falso che è quello delle barzellette razziste.
Il solo fatto che tu non solo non lo trovi come minimo fastidioso ma lo difendi come cosa vera fa di te un o una razzista.

Vedi non c'è un tu e un me o un loro. C'è un noi, siamo tutti diversamente umane e umani e dobbiamo smepre prenderci la responsabilità delle nostre opinioni senza trincerarci dietro un'appartenenza etnica politica o di orientamento sessuale...

E magari metterci la faccia o il nome, anche uno pseudonimo...

Anonimo ha detto...

Io sono razzista aahahahahah
Posto che non sai cosa significhi razzista (visto che la discriminazione verso i gay non si chiama razzismo)

Uno che si è permesso di affermare "i gay , si sa, hanno la R moscia" ha davvero coraggio a parlare di discriminazione. Senza contare che ti inventi di sana pianta le cose: NON ESISTE la "R moscia tipica dei gay".
Non esiste uno stereotipo di riferimento sul tema. La V al posto della R indica solo che è tedesco.
NON ESISTONO ALTRE INTERPRETAZIONI. Te lo sei inventato e questo fa di te un bugiardo e in malafede.

Vuole anche gli argomentino lui...

E potrei continuare così a lungo ma NON NE VALI LA PENA. Sei semplicemente ridicolo e ti atteggi a grande critico.
Diffonderò, al contrario, questo post.
Venghino Siori e siore, venghino con le noccioline per colui che ha fame di gloria.

Pseudonimo... tsè!

Anonimo ha detto...

io mi sarei fermato al secondo LINK del menu di questo sito e ci avrei messo un punto interrogativo alla fine.

PERCHE' QUESTO BLOG?

p.s. ovviamente sono ironico quindi incazzati e dimmi che sono razzista ti prego...

Maxxx1984 ha detto...

Mi meraviglio come le persone (in questo caso l'autore dell'articolo) che si fanno portavoce dei diritti "omosessuali", degli "stranieri" e così via, siano coloro che ACCENTUANO e PROMUOVONO le differenze. Se si vivesse veramente con la convinzione che su questo pianeta c'è uguaglianza TOTALE non ci sarebbero tutte queste menate da bar che sortiscono poi l'effetto contrario. Questo articolo è scritto chiaramente da un omofobico latente.

Anonimo ha detto...

Sei una persona squallida! e ti faccio un complimento... !

Anonimo ha detto...

secondo me sei il classico che scrive tante parole ma non fa nulla per difendere le proprie posizioni. Se parli dilibertà di espressione allora perchè tenti di ledere quella di chi disegna e legge queste vignette trovandole divertenti.

Trovo che civoglia l'intelligenza a volte di leggere ciò che ci piace ed ignorare il resto, non tentare di portare gli altri sulla nostra strada perchè riteniamo la loro sbagliata.

Non ti piace? Non leggerlo...mi sembra così ovvio

Anonimo ha detto...

Parli di democrazia perché esponi le tue idee? allora non rompere le palle a chi le esprime per primo, soprattutto a quelle persone che lavorano dietro questo fumetto che oltre ad essere dei fottuti geni, non sono degli stronzi come li vuoi far apparire tu.

Sei ridicolo.

Anonimo ha detto...

L'italianizzazione comica della parlata tedesca rende tutti gay.
Una vignetta con la merkel che dice " CompVate la Crecia!" la merkel è gay, ricordo una in passato sulla gazzetta, dove c'era Oliver Bierhoff che dopo un rigore sbagliato esclamava "meVda" Oliver Bierhoff è gay
il professor Kranz di Paolo villaggio, parla con la "V" paolo villaggio e la sua fantasia sono gay, poi la tipa fa una legge atroce e te ti incazzi con chi la mette alla berlina? è stato sin troppo gentile facendola parlare solo gon le le leddere gosì. Mi fermo, non vorrei che essere prolissi fosse da omofobi.

Anonimo ha detto...

Ma perchè bisogna fare polemica inutile su tutto?
Inoltre la tua "analisi" è puramente personale, e visibilmente forzata verso la critica.

In parole povere, scritta da unapersona che vuole per forza criticare tutto e tutti a caso, scrivendolo come se fosse una verità assoluta, o quanto mano plausibile.

Anonimo ha detto...

Credo che questo articolo possa venire annoverato tra le critiche più ridicole e pretestuose trovabili su Internet.
Paradossalmente è all'articolo stesso che andrebbe rivolta la critica contenuta in esso: attribuisce omofobia e razzismo inesistenti con argomentazioni artificiose e questo sì che è controproducente ed inutile.
Vermente orribile e vergognoso.
Pietro

Anonimo ha detto...

La r moscia ahahahahahahaahahahahha LA R MOSCIA!!! MA DAVVERO??!! AHAHAHAHAHAAHABABABABABAHAHHAHAH
Mi hai steso con la storia della r moscia!!! Allora sicuramente mia nipote di 6 anni è lesbica AHAHAHAHA

Anonimo ha detto...

Questo articolo tra 10 anni avrà lo stesso valore delle letterine a GirlPower di 10 anni fa..
Lo ricorderemo davanti alla birra, nei pub! "Oh, ma ti ricordi quello che scrisse....."
E giù risate su risate..!

Anonimo ha detto...

tutti i gay parlano con la R moscia? Questo è uno stereotipo. Ho amici omossessuali che parlano senza la R moscia e amici etero che hanno difficoltà a dire ramarro marrone. Basta distruggere questa parte per far crollare l'altarino che hai costruito

GianKo ha detto...

È l'analisi più assurda, campata in aria, piena di fraintendimenti, insulsa ed incondivisibile che abbia mai letto.

Anonimo ha detto...

Dove hai letto che i gay hanno la r moscia? su wikipedia?

Anonimo ha detto...

non credo che ci sia qualcosa di piu` deleterio per la comunita` omosessuale, costretta ogni giorno ad affrontare episodi di omofobia, nel cercare con il lanternino discriminazione la` dove e` palesemente inesistente.
Inoltre, tanto per chiarire, a me sembra palese che quello a cui fa riferimento la vignetta e` la teoria (confermata e supportata da numerosissimi studi) che vede come una delle cause principali dell'omofobia un omosessualita` repressa.

Anonimo ha detto...

Ti sei fatto un viaggio davvero allucinante. Imparare a farsi due risate senza cercare del torbido in ogni situazione può essere un consiglio.
A questo punto, aspetto un articolo per ogni singola tavola disegnata dall'autore. Sarei curioso, davvero curioso.....

have a nice day

Gian

Anonimo ha detto...

Parli di stereotipi negativi e sulla Home campeggia "io sono il ragazzo con i pantaloni rosa" Stereotipo molto peggiore! Fai Schifo!

Anonimo ha detto...

Vabbè un chiaro Epic Fail da parte dell'autore di questo Blog...nella speranza che il suo cervello torni dalle ferie.

P.s.: io ho la r moscia...dite che devo informare mia moglie??

Daniele Alessandra ha detto...

Se ti servivano due o tre accessi in più per questo tuo inutile blog avresti potuto almeno sforzarti di scrivere qualcosa che avesse un senso.

Michela meloni ha detto...

mi sa che definirla omofoba e maschilista vada oltre alle critiche direi che è piu un accusa

Anonimo ha detto...

Alessandro Paesano :"Noi gay? Sei proprio razzista..."

Ah certo quindi se vado da un gruppo di donne e dico.. "voi donne.." sono un sessista??

(fermo restando che discriminazione nei confronti di un orientamento sessuale non c'entra proprio niente col razzismo!)

Anonimo ha detto...

le bionde?! tutte puttane!

Anonimo ha detto...

Citazione:
« Io vorrei, e questo sia l'ultimo ed il più ardente dei miei desideri, io vorrei che l'ultimo dei re fosse strangolato con le budella dell'ultimo dei preti » (Jean Meslier)

Anonimo ha detto...

tu non stai bene...

Emme Zeta ha detto...

A me, sta lettura, "me pare na strunzata".

Giovanni ha detto...

"Pevtone la v è più indice di una pronuncia blesa che teutonica, la f sarebbe forse stata più coerente, anche se la r è di per sè..."

Ma ti rileggi? Sono curioso di sapere come la pensi sulla sfacciata mancata di rispetto che ogni settimana viene perpretata nei confronti degli animali sulle strisce di Topolino.

Anonimo ha detto...

Ciao, sono nero, gay, italiano di padre nigeriano e sinceramente trovo Jenus geniale. Sei tu che secondo me hai capito molto poco di queste vignette. Guardale in modo diverso.

Ah, e anche i miei amici mi digono che barlo gosì. E io rido. Perché sono questioni antropologiche. Ridere sulle diversità, finché non si esagera, è una cosa bella. E con me lo pensano in tanti.

Ah, non ho la erre moscia. La erre moscia del papa nella sopracitata vignetta è dovuta al fatto che lui sia tedesco, non omosessuale.

Anonimo ha detto...

Avevo scritto una trentina di righe di contro-argomentazione punto per punto ma mi sono arreso... sei di una capziosità esagerata e non meriti neppure argomentazioni da Capitan Ovvio. Eserciterò la mia protesta lasciandoti le tue becere opinioni. Cito un altro anonimo: "credo che questo articolo possa venire annoverato tra le critiche più ridicole e pretestuose trovabili su Internet". Per lo meno hai avuto i tuoi 15 minuti di notorietà. Onestamente spero di non leggerti più...

Anonimo ha detto...

Blogs come questo dovrebbero essere vietati per legge

Anonimo ha detto...

Salve,
Io sono di colore e anche omosessuale.

E, sinceramente, questa vignetta mi ha fatto ridere.

Però se non Le ha fatto ridere sono problemi suoi.

Saluti

Fefe ha detto...

LOL senti fai più bella figura a cancellare tutto e dire "ho scherzato" perchè ti stai coprendo di ridicolo...

eVVe Moscia ha detto...

1 - Sono donna (credo e finora) etero e voglio spezzare una lancia a favore del mio amichetto con un'evidentissima erre moscia, che è un vero stallone da monta molto amante del gentil sesso, provato e certificato da me. Così, a puro scopo di soffoco.
2 - Propongo una seconda lettura, che in quanto interpretazione vale tanto quanto la tua (cioè niente): nella vignetta Ratzy offre un dildo alla sostenitrice della pena di morte per i gay perchè l'autore voleva dirle "rilassati, goditi il tuo corpo in tutti i modi possibili e capirai che nulla è "peccato".

Alessandro Paesano ha detto...

Io sono responsabile solo di quello che scrivo non di quello che capite voi.

"Ah, e anche i miei amici mi digono che barlo gosì. E io rido. Perché sono questioni antropologiche."

Cioè non problemi linguistiche dato che si parla una lingua straniera ma questioni antropologiche?

Ripeto siete razzisti. E i commenti razzisti non sono permessi sul mio blog.

Per tutto il resto se non vi piace quel che dico non leggetemi proprio come voi consigliate di fare a me con Jenus.

Io critico ma non censuro. fosse per voi io dovrei essere cancellato. Oltre che razzisti siete anche fascisti (e razziste e fasciste beninteso). A chi ha scritto come esempio "voi donne" sì è un modo di dire sessista perchè ogni donna rappresenta solo se stessa non già tutte le donne...

Ognuno parla per sé e non per la categoria di appartenenza.


Anonimo ha detto...

Ognuno la pensa un po' come vuole.
Da gay ti dico che nella vignetta non ravviso nulla di offensivo, lesivo della mia condizione, ghettizzante o quant'altro.
A mio avviso l'umorismo, in ogni sua forma, ha sempre avuto il merito di mettere in ridicolo le contraddizioni dei singoli, della società e del "potere".
Quello che da omosessuale io vedo in quella vignetta è la messa alla berlina di un comportamento tipico della chiesa, la condanna di qualcosa visto come male ma che viene tollerato/nascosto/ignorato all'interno della stessa.
Quante volte si sente di scandali relativi a pedofilia o omosessualità negli ambienti clericali, vedi ad esempio le dimissioni forzate dell'arcivescovo O'Brien a causa dei processi per molestie sessuali nei confronti di alcuni seminaristi.
Quello che meno tollero è l'eccesso di "politically correct", questo concetto per cui noi gay si debba essere difesi dal mondo che ci giudica diversi (quando non ci giudica addirittura "malati").
Posso capire che ci sia molta indignazione da parte tua per una ghettizzazione che ha dell'assurdo nel mondo attuale ma, caro Alessandro, credo che lanciarsi in tal modo contro chi, in un modo o nell'altro, parla di noi e del modo medievale con cui determinate istituzioni si rapportano a noi gay nello specifico, o ad altre minoranze in senso più ampio, sia controproducente a lungo andare.
Poi questo è puramente il mio pensiero, prendilo per quel che è.
Pace.
Luca.

Alessandro Paesano ha detto...

Omosessualità O pedofilia? cosa ha a che fare l'una con l'altra?

Anonimo ha detto...

Ba...la r moscia c'è l'hanno solo i gay secondo te?......dire che sei stereotipato è poco .....pensala come vuoi ma almeno esci da degli schemi superati.....comunque sono completamente in disaccordo con te

Alessandro Paesano ha detto...

se aveste letto bene il mi post vi sarebbe risultato chiaro che non sono io ad affermare che i gay hanno la r moscia ma che questo è uno stereotipo con cui i gay vengono descritti proprio come nel caso di Jenus che descrive così il papa e non con una pronuncia dura come risulta dal suo accento tedesco.

Ripeto io sono responsabile di quello che affermo non di quello che voi capite...

Anonimo ha detto...

Caro Alessandro, era per sottolineare come nella mente della persona comune le due cose vengono accostate senza porre distinzione.
Non trovi anche tu che spesse volte la cosa sia così?

Luca

Alessandro Paesano ha detto...

@ Luca la mia non è questione di politicamente corretto. Non è una questione di forma ma di sostanza. perchè per dipingere il papa gay gli si fa usare un dildo e non che ne so un bacio a un ragazzo?

Solo i gay usano il dildo?

eVVe Moscia ha detto...

Sono entrambe additate negativamente come peccato e praticate di nascosto all'interno della Chiesa. Ti par che poco le accomuni?

Alessandro Paesano ha detto...

Ok. Finora avete scherzato, d'ora in poi vi censuro.

L'omosessualità non è un reato. La pedofilia sì e non riguarda solo l'omosessualità.

Ogni accostamento tra le due cose sarà considerato un insulto omofobico e dunque censurato, ok?

eVVe Moscia ha detto...

Sono entrambe additate negativamente come peccato e praticate di nascosto all'interno della Chiesa. Ti par che poco le accomuni?

Anonimo ha detto...

"E' il vignettista qui che parla pescando dal più becero, fascista, machista linguaggio omofobico e razzista per cercare di fa ridere non si sa bene chi. "

MEEEEE!!! Ha fatto Videve me!!! E non sono nè Vazzista ne Omofobico! Ma ho riso. Cosa c'è di sbagliato in me? :-(

Anonimo ha detto...

Va beh.
Se pensi che fosse un commento omofobico sarà così.
Pace.
Luca

Anonimo ha detto...

Alessandro.. secondo non c'è correlazione diretta tra omosessualità e pedoflia ma tra sessualità repressa e pedofilia DUNQUE ANCHE omosessualità repressa, assolutamente sì.

Ti dico secondo me cosa succede: un omosessuale molto credente che in giovane età vive male questa scoperta e per propria scelta o su pressioni esterne sceglie la via della castità, per non "peccare" (e sono tanti!)si trova a diventare un prete dall'omosessualità repressa. E la repressione genera mostri.
Sono ASSOLUTAMENTE convinta che una larga parte del clero sia omosessuale, proprio per le ragioni espresse.

Da qui una distorta relazione (distorta ma REALE) tra due fattori che TEORICAMENTE non hanno nulla (ma proprio nulla) in comune MA a causa delle circostanze diventano invece fattori correlabili.

Quindi riassumendo: nessuna relazione tra omosessualità e pedofilia in senso assoluto, ma forte relazione tra omosessualità repressa (e in generale sessualità repressa) e pedofilia.

Fatto questo discorso che non era per te perchè non sei in grado di comprenderlo e questo è acclarato, sei l'admin più incompetente mai visto. Non sai fare altro che insultare "razzisti" "nazisti" "omofobi".. sei totalmente incapace di tenere un blog e di sostenere le tue idee senza delegittimare quelle altrui. Un comportamento triste che ti qualifica.

Alessandro Paesano ha detto...

@Maxxx1984

La società deve essere accogliente senza cancellare le differenze ma promuovendole. Siamo tutti e tutte differenti pur se uguali.
Il mio post (non articolo perchè il mio è un blog non una testata giornalistica) accusa una mentalità maschlista che vede un omosessuale uno che fa uso del sedere... Non tutti i gay lo fanno non tutti quelli che usano il sedere sono gay.

Non basta pensare che siamo tutti uguali per far sparire le discriminazioni. E Jenus con questa vignetta discrimina.

Io l'ho criticata senza insultare senza inneggiare alla chiusura del sito come fate voi con me...

Anonimo ha detto...

Ma che ti inventi?
Forse non siamo tutti illuminati come te e quindi nn cogliamo queste pillole di verità ma Ratzinger nelle vignette di Jenus parla così semplicemente perché se lo ascolti dal vivo, in italiano, parla effettivamente così! LE sturmtruppen si basano sullo stereotipo della lingua tedesca italianizzata, ma qui ci si basa solo su quello che si sente dal vivo: e si, il Papa parla pvopvio così! O non lo hai mai ascoltato e hai scritto un intervento così per fare?
Per quanto riguarda la sessualità, l'analizzazione di Ratzinger, se proprio si vuole riferire a qualcosa di più di una battutina sconcia(che ogni tanto ci sta) semmai è da riferire al fatto che i vertici della chiesa da tempo ormai devono confrontarsi col problema interno della pedofilia, e spesso pedofilia omosessuale, per cui è un modo per prendere in giro un'organizzazione che pratica proprio ciò contro cui si schiera apertamente e, ribadisco purtroppo, tende troppo spesso a insabbiare tutto invece di condannare i reati.
Per ultima: la parlata della tizia ugandese è palesemente solo di contesto, in un fumetto dove tutti i partecipanti vengono stereotipati umoristicamente. Per altro una cosa è il razzismo e un'altra è il disprezzo verso una persona, e, dal mio punto di vista Rebecca Kadaga è una persona di merda.
Poi la chicca della "r moscia" rende ridicolo il tutto, e rende ridicolo anche me che perdo tempo a cercare di fartelo capire!

Anonimo ha detto...

E ora sei arrivato alla censura.
Ahahahahah ancora peggio.. Tu sei responsabile di quello che dici.

E lo stereotipo della R moscia omosessuale te lo sei inventato
VERGOGNATI.

Alessandro Paesano ha detto...

La maggior parte di casi di pedofilia avvien in familgia padri fratelli zii che abusano di figlie. Pochi i casi omosessuali. La maggior parte sono eterosessuali. Dunque anche questi padri sono omosessuali repressi?

Il tuo collegamento tra omosessualità repressa e pedofilia è offensivo e omofobico oltre che non vero e campato in aria.

Tant'è che nel scrivere le tue porcate non hai nemmeno il coraggio di metterci un nome ola faccia. VERGOGNATI

Супер Герой ha detto...

Alessandro Paesano quindi se dico "Voi donne avete una marcia in più" sono sessista?
e se dico "Voi bambini siete molto più fantasiosi di noi adulti" che sono? un pedofilo? ODDIO SONO UN DISCRIMINATORE DI BAMBINI!
Quindi dobbiamo eliminare dalla lingua tutti i Pronomi Personali plurali.. perchè discriminano una catogoria?? :D spettacolo e fantascienza!!

Cynep

Alessandro Paesano ha detto...

Qui siamo a casa mia e a casa mia decido i chi ci sta e chi se ne va. Chi associa pedofilia a omosessualità se ne va, chiaro?

Alessandro Paesano ha detto...

@ cynep. Di solito le generalizzazioni sono indice di un pregiudizio o di uno stereotipo. E dunque vanno viste male.

Nel caso specifico quando qualcuno che non mi consce mi addita dicendo voi gay mi discrimina perchè non mi prende in considerazione come singola persona con le sue idee giuste o sbagliate che siano ma come esponete di una categoria di cui faccio parte ma che non mi rende uguale a tanti altri gay. Sarebbe come dire che Gandi e Hitler sono uguali perchè sono etero...

Anonimo ha detto...

QUI SONO A CASA MIA E NON ESISTE IL DIRITTO AD UN?OPINIONE DIVERSA DALLA MIA:


ECCCOLO IL FASCISTA NAZISTA!!!!! AHAHAHAHAHAAHAH

Супер Герой ha detto...

Ma te non eri quello democratico? Ho fatto solo una domanda (anzi sono 4 in realtà) non mi sembra di aver leso nessun tuo diritto ne' aver dato di pedofilo ad alcun omosessuale o viceversa.. mi sembra che stai mal interpretando la maggior parte dei commenti! Eppure basta leggere.. c'è poco da interpretare.

Anonimo ha detto...

Non ho la R moscia, eppure sono gay.
Mio fratello è etero, ma ha la R moscia.
Cosa devo pensare? Illuminami.

Alessandro Paesano ha detto...

DI NUOVO Cosa c'entra l'analità con la pedofilia o con l'omosessualità? Le donne non hanno forse culo? l'ano lo usano solo i gay? e' proprio questo quello che critico nel post e il fatto che a voi sembri perfettamente normale dimostra che ho ragione. Per voi chi usa il culo è frocio o pedofilo. Siete tutti e tutte omofobi e omofobe

Anonimo ha detto...

Secondo me sei tu che non hai capito nulla.

Alessandro Paesano ha detto...

Unire l'omosessualità alla pedofilia non è un opinione ma un insulto. E non lo tollero, ok?

Alessandro Paesano ha detto...

Può essere. Può essere benissimo Io però almeno spiego il mio pensiero voi invece fate quadrato introno a Jenus e insultate me senza delle vere argomentazioni....

Io non capirò nulla però voi la pensate come Jenus e siete dunque omofobi e razzisti...

Супер Герой ha detto...

Ma scusa eh Alessandro, sei tu che parli di Uomini Gay e persone gay nell'articolo per cui hai generalizzato pure tu. E' normale.. sei sei gay.. sei tra i gay, se uno è dipendente e dico voi dipendenti non è dispregiativo.. come se tu dici a me voi etero, mica me la prendo perchè mi mischi con gli altri etero. A me sembra che tu te la stia prendendo con chi generalizza però vuoi un trattamento speciale. E' un pò come le donne che parlano di femminismo, alla fine è un atteggiamento sessista pure quello. Se ci deve essere eguaglianza non ci deve essere ne' femminismo ne' maschilismo no? Stessa cosa tra etero e gay, tu sei libero di parlare di noi etero come io devo essere libero di parlare di voi gay, e lo dico con rispetto. Siamo tutti persone punto.

Anonimo ha detto...

Ciao!
Mi permetto di scriverti perché mi sento un po' chiamata in causa in quanto bisex.
Sento molto l'ostilità delle istituzioni clericali e della Chiesa in genere. Così come percepisco la diffidenza - e spesso anche lo schifo - che certe persone nutrono ed esprimono (senza farsi nemmeno troppi problemi) in fatto di omosessualità.
Quel che posso dirti, però, è che ho conosciuto di persona il fumettista di cui parli. E posso assicurarti che, pur sapendo della mia bisessualità, non si è mostrato affatto interprete del "becero, fascista, machista linguaggio omofobico e razzista" che il tuo post gli attribuisce.
Così come non riesco a trovarne traccia nella vignetta.
A me questa vignetta piace. Anzi, mi ha fatto piacere che il fumettista l'abbia ideata e pubblicata. Della battaglia contro l'omosessualità portata avanti dalla Chiesa è giusto che se ne parli. E quale modo migliore e più diretto della buona satira?
E questa, scusami, ma è buona satira. Forse hai ragione tu: Bertone non sarà l'assistente personale dell'ormai ex Papa, ma non è questo il punto. Il punto è che troppo spesso le istituzioni clericali (rappresentate nella vignetta da due dei massimi esponenti della Chiesa) predicano bene e razzolano male, si macchiano degli stessi "peccati" che con tanto ardore condannano. E questa vignetta lo mostra chiaramente.

Se posso darti un consiglio, prova a parlare con il fumettista. Ti accorgerai di quanto sia diverso da come lo descrivi. :

Grazie!

ps. io non ho la R moscia.

Anonimo ha detto...

Tu sei il classico tipo che considererebbe le quote rosa un esempio di lotta contro il maschilismo, la convivenza di minoranze etniche nel rispetto delle tradizioni dell'una e dell'altra un esempio di integrazione e il rispetto di un omosessuale per chi critica i suoi gusti sessuali (perchè è democraticamente corretto) un esempio di inserimento in una società "civile"....


A discutere con te ci si perderebbe nel capire chi è nato prima:"L'uovo o la Gallina?"
Quale opinione si dovrebbe rispettare prima? La mia o la tua?

Hai dimenticato una cosa però:"Qual'è l'opinione più costruttiva?"
Di una cosa sono certa, come ne siamo certi tutti:"Della vignetta NON HAI CAPITO UN CAZZO!" Ciò significa che non hai diritto a parlarne!
Il messaggio sottile che ci lascia Don Alemanno in questa vignetta (e quando parlo di messaggio, parlo di contenuto e non di forma.. è come considerare un VAFFANCULO meno efficace se si scrive in rima baciata)... sta nei fatti che succedono e sono successi prima di quella benedizione (personale o di gruppo non importa)! Ma tu informandoti su Rebecca Kegada hai capito davvero chi è? Cosa fa? E qual'è il nesso tra il Papa e lei?

Adesso torniamo al gioco dell'uovo e della gallina: ma secondo te è tanto più importante sottolineare una r moscia o la v ed f o la nauseante considerazione che i due condividono sugli omosessuali?? Secondo te è più discriminante una r o un "Sberiamo garo gon al dua benedizione." (anche se qui non si parla di gay ma di nazionalità diverse) o imprigionare e mandare a morte un uomo perchè è attratto da qualcuno dello stesso sesso? (anche se in questo caso più che discriminazione, è un crimine)

Pensaci! Se ne sei capace!

Ma fino ad allora TAPPATI LA BOCCA!

Anonimo ha detto...

Tutto questo articolo viene smentito da altre pubblicazioni comparse sul sito di Jenus a DIFESA DEGLI OMOSSESSUALI, e ben prima di questa vignetta. Come ad esempio questa:

http://www.facebook.com/media/set/?set=a.355418244489785.85702.331593470205596&type=3#!/photo.php?fbid=455395324492076&set=a.355418244489785.85702.331593470205596&type=3&theater

Quindi non solo la logica, ma anche I FATTI, smentiscono categoricamente questa interpretazione fantasiosa, che dimostra solamente che chi ha scritto l'articolo la vignetta non l'abbia proprio capita.

Alessandro

Anonimo ha detto...

Alessandro tutti stiamo argomentando. Il problema è che tu non capisci :D
E la cosa davvero grave è che non hai nemmeno il buongusto di fermarti a riflettere un attimo.. questa è umanamente la cosa più grave che ti imputo.

Perchè una persona intelligente si farebbe almeno venire il dubbio. Tu non hai dubbi, solo la certezza di essere nel giusto. I gay che tu difendi ti danno torto ma tu hai ragione.
La più grande pagina gay d'Italia ti da torto ma tu hai ragione.

la tua presunzine non ha davvero ritegno.

Anonimo ha detto...

A Paesà Sparati!!!